Lo psicologo dell’alimentazione: cosa fa?

da | Lug 11, 2024 | Alimentazione

Psicologo dell'alimentazione cosa fa

Lo psicologo specializzato in psicologia dell’alimentazione offre strumenti per incrementare le capacità di osservazione dei pensieri, emozioni e comportamenti che potrebbero influenzare il comportamento alimentare. Il ruolo di potenziamento della motivazione ai fini della gestione del comportamento alimentare trova importante applicazione in condizioni di gestione e regolazione del peso corporeo, diabete, celiachia, malattie croniche (secondo l’approccio cognitivo – comportamentale, attraverso strumenti come il protocollo MB-EAT, metodo J. Beck, convinzioni disfunzionali di Ellis, ACT). Leggi anche il mio articolo dove parlo ai professionisti che intendono formarsi alla professione dello psicologo dell’alimentazione.

L’intervento dello psicologo nella gestione del peso corporeo offre in particolare supporto all’attuazione del percorso alimentare del cliente. Gli obiettivi dello psicologo fanno riferimento all’affiancamento del cliente nel seguire le indicazioni nutrizionali degli specialisti (medico, dietologo, dietista etc.) e rendere il comportamento della persona funzionale alla gestione del regime alimentare proposto. 

Nel caso lei abbia già consultato un Nutrizionista, sarà possibile collaborare al percorso alimentare esistente per favorire un migliore approccio alla gestione delle prescrizioni alimentari. 

Nel caso non abbia consultato un Nutrizionista e desidera farlo lo Studio di Psicologia Azioni Pensate si avvale della collaborazione di specialisti nel settore ai fini di una valida integrazione del percorso psicologico.

Lo psicologo dell’alimentazione collabora inoltre con istruttori sportivi, coach, allenatori al fine di integrare nel programma aspetti di attivazione comportamentale e movimento corporeo.

Il professionista psicologo che integra competenze nel campo dell’alimentazione e della psicologia dello sport promuove un servizio complesso e volto alla costruzione di un servizio multidimensionale per il cliente e in collaborazione con gli specialisti del settore.

Il trattamento in psicologia dell’alimentazione è oggi un percorso dinamico e accessibile che promuove le sue azioni in un territorio ampio: dalla gestione del peso alle problematiche di area psicopatologica in campo alimentare. Il ruolo preventivo della psicologia dell’alimentazione trova un’importante applicazione nel settore dell’età evolutiva e adolescenziale al fine di monitorare quelle condizioni, talvolta sottostimate, che potrebbero determinare una evoluzione disfunzionale dei comportamenti.