La consulenza psicologica è un servizio che prevede la presenza di un consultante (chi fa la domanda) e di un consulente (lo specialista che analizza la domanda).
Nell’incontro tra consultante e consulente si affronta l’oggetto della consulenza, si crea una relazione esplicita e reale, ma anche simbolica. Ogni relazione di consulenza è diversa e si muove attraverso varie modalità.

Lo scopo è favorire il benessere, l’autostima, le abilità di gestione delle emozioni, l’autoefficacia personale, le competenze per affrontare gli eventi problematici. “La professione di psicologo comprende l’uso degli strumenti conoscitivi e di intervento per la prevenzione, la diagnosi, le attività di abilitazione-riabilitazione e di sostegno in ambito psicologico
rivolte alla persona, al gruppo, agli organismi sociali e alle comunità. Comprende altresì le attività di
sperimentazione, ricerca e didattica in tale ambito.”


La Psicoterapia è rivolta alla risoluzione dei sintomi, e delle loro cause, conseguenti a
psicopatologia, disadattamenti, sofferenza.
L’attività di psicoterapia è esercitata dal medico o dallo psicologo che sono in possesso della idonea
specializzazione, di durata almeno quadriennale (L. 56/89, art. 3): si tratta quindi di atto tipico ed
esclusivo dello psicologo e del medico

Per saperne di più

Quali sono le domande più frequenti portate allo psicologo? Clicca qui